Dolomiti senza confini

L’Alta Via composta da 12 percorsi attrezzati che annulla i confini.

Attraversiamo su vie ferrate una delle zone più affascinanti delle Dolomiti, pernottando ogni volta in rifugi d’alta montagna. L’itinerario segue in larga parte la linea di frontiera della Grande Guerra che, a cent’anni dal termine del conflitto, grazie al sostegno di un progetto UE, è stato battezzato Sentiero della Pace. Poiché, nel complesso, il tour risulta piuttosto impegnativo, sul nostro sito internet trovate anche una variante per principianti.

Programma:

Sabato: arrivo a Sesto. Alla sera, incontro con la guida alpina e controllo dell’attrezzatura.

Domenica: dalla Val Fiscalina risaliamo fino al Rifugio Fondovalle e al Rifugio Comici dove imbocchiamo la Strada degli Alpini. Dalla Forcella Undici o dal Passo Sentinella scendiamo ai Prati di Croda Rossa per pernottare nell’omonimo rifugio.

Lunedì: dal Rifugio Prati di Croda Rossa risaliamo il sentiero del Castelliere fino a imboccare la ferrata Croda Rossa che conduce alla cima. Scendiamo lungo la ferrata Zandonella e infine lungo la Croda Sora i Colesei fino al Passo Monte Croce. Pernottamento all’Hotel Passo Monte Croce.

Martedì: dal Passo Monte Croce passiamo davanti alla Malga di Nemes per raggiungere il rifugio Obstansersee. Imbocchiamo la ferrata Kinigat e ci fermiamo per la notte al Rifugio Filmoor.

Mercoledì: dal Rifugio Filmoor seguiamo la ferrata Porze fino all’omonimo rifugio dove pernottiamo.

Giovedì: dal Rifugio Porze torniamo al Passo Monte Croce attraversando affascinanti alpeggi. Al passo imbocchiamo un sentiero assicurato che passa sotto la Croda Sora i Colesei e conduce al Rifugio Berti dove pernottiamo.

Venerdì: seguendo la ferrata Roghel che offre scorci panoramici davvero mozzafiato raggiungiamo la Cengia Gabriella e il Rifugio Carducci.

Sabato: dal Rifugio Carducci imbocchiamo la ferrata che circumnaviga la Cima Dodici e, superando il Collerena, raggiungiamo il Rifugio Pian di Cengia.

Domenica: dopo colazione affrontiamo la ferrata del Monte Paterno fino al Rifugio Locatelli. In base ai desideri e alla preparazione fisica del gruppo, è possibile conquistare anche la Torre di Toblin, prima di fare ritorno in Val Fiscalina attraverso la Val Sasso Vecchio.

 

Incluso nel prezzo:
– Guida Alpina
– Transfer durante il tour
– Pedaggio
– 7 pernottamenti con mezza pensione
– Attrezzatura mancante

Non incluso:
– Pernottamento il giorno d’arrivo e di partenza
– Snack
– Spese private

€ 1.340 a persona
incluso nel prezzo: guida alpina, transfer, pedaggio, attrezzatura, 7 pernottamenti con mezza pensione
su richiesta
8 giorni
min. 4
#Social Wall